lo jack

Ridurre i costi assicurativi e conseguentemente le tariffe ai clienti grazie alla gestione in tempo reale dei sinistri con attivazione dei soccorsi e supporto immediato per l’automobilista coinvolto nell’incidente.

Questi sono i principali obiettivi dell’offerta di servizi telematici (LoJack® Connect) per le compagnie assicuratrici presentata in anteprima al mercato da LoJack, la società americana recentemente inglobata nel colosso della telematica CalAmp, nel corso dell’ “Osservatorio Telematics, Connected Insurance & Innovation”, promosso oggi a Milano da ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) e Bain & Company.

Il mercato italiano della telematica assicurativa”, evidenzia Maurizio Iperti, AD di LoJack Italia, “vive oggi una fase di maturità. La nostra offerta aggiunge all’elaborazione di dati e di informazioni utili alle analisi delle Compagnie un service totalmente innovativo basato su una tecnologia ‘disruptive’, grazie alla quale la gestione di un sinistro viene attivata in tempo reale via email/sms; il servizio consente di contrastare le frodi con un processo di gestione del crash digitale, semplice e in tempo reale che supera i consueti lunghi iter di confronto delle denunce cartacee con i rilevamenti dei dati provenienti dalle scatole nere. La possibilità di combinare i nostri servizi in soluzioni modulabili permette poi di personalizzare, in modo unico, l’offerta telematica sulle reali esigenze e strategie delle singole Compagnie allo scopo di garantire agli assicurati sicurezza e riduzione delle tariffe”.

Come funziona l’innovativo servizio “Instant Crash Notification ICN™”?

Il sistema permette una gestione unica e smart degli incidenti in grado di notificare solo i reali crash, discriminando i ‘falsi positivi’ con un’affidabilità al 99%, anche a bassa velocità. Alla base c’è una tecnologia OEM di derivazione airbag che consente di elaborare i dati ricevuti (mediante un algoritmo basato su valutazioni istantanee delle forze e delle energie riscontrate nel corso di un impatto) e sulla base di questi identifica in pochi secondi solo gli effettivi crash e quindi invia un allarme.

Si tratta di una tecnologia intelligente destinata a rivoluzionare la gestione del sinistro, attraverso il coordinamento in tempo reale del soccorso meccanico e sanitario per l’assicurato coinvolto nell’incidente, delle fasi successive di recupero del veicolo e della riparazione e, non ultimo, della ricostruzione puntuale del crash, stabilendo 5 livelli di gravità per la gestione delle fasi di emergenza. Attraverso queste preziose informazioni le Compagnie potranno, ad esempio, instradare il flusso delle riparazioni su canali convenzionati e monitorati.

Questa funzione si aggiunge a un’offerta di servizi più tradizionali che va dall’analisi del driving behaviour all’e-call, all’assistenza stradale, solo per citarne alcuni e a un servizio innovativo (DENT™ – Damage Estimates in Near real Time), che sarà disponibile già nelle prossimi mesi e che permetterà di elaborare una perizia telematica sull’incidente, con una quantificazione immediata dei danni riportati dalla vettura incidentata e dei relativi costi di riparazione. Anche questo servizio sfrutta la tecnologia smart alla base dell’ICN definendo e analizzando le forze in campo che hanno determinato i singoli impatti nel corso dell’incidente.

Proprio il servizio di gestione smart dei sinistri targato CalAmp ha ricevuto nei giorni scorsi da Frost&Sullivan il premio, ‘Product Line Strategy Leadership 2016’ per i processi automatizzati nella gestione della prima notifica di un incidente e di soccorso per l’assicurato mediante tecnologie di trasformazione che consentono agli assicuratori e ai fornitori di servizi telematici di ridurre i costi e migliorare l’efficienza nella gestione delle richieste successive.

Fonte: ufficio stampa LoJack.

Redazione Fleetime.