Guida Responsabile: E’ l’impegno di Ford per i giovani

Ford Italia si impegna da anni nelle campagne di sensibilizzazione alla guida responsabile, contro l’utilizzo dello smartphone al volante e contro la guida in stato di ebrezza o sotto effetto di stupefacenti. I dati raccolti negli ultimi anni non sono rassicuranti: ben 3 incidenti stradali su 4 sono causati dalla distrazione alla guida.Chattare o scattare foto con lo smartphone, così come scrollare il feed del proprio profilo social in auto, significa distogliere l’attenzione dalla guida da 1 a 4 secondi.

Un tempo infinito considerando che a 50 km/h, 1 secondo corrisponde a circa 15 metri di percorrenza al buio, ossia senza gli occhi sulla strada.
Le vittime più a rischio sono i giovani.

Ecco perché, negli ultimi anni, Ford Italia ha utilizzato il linguaggio tipico delle piattaforme social, per trovare il canale e la chiave di comunicazione più adatti a raggiungere i ragazzi, dialogando con loro nel modo a loro più congeniale, per sensibilizzarli circa l’importanza di una guida responsabile.

Ford Driving Skills For Life 2017, guida responsabile

Sono stati 320 i giovani che Ford ha coinvolto a Roma per la prima tappa della 5° edizione italiana di “Ford Driving Skills For Life”. È il programma di corsi gratuiti per responsabilizzare i giovani dai 18 ai 25 anni alla guida sicura, che dopo Roma, nell’area antistante la struttura di Eataly Ostiense, raggiungerà anche Palermo nel weekend del prossimo 25-26 ottobre.

Costato ben 12 milioni di euro in Europa, il Driving Skill For Life rappresenta l’impegno sociale di Ford, quello che in inglese si definisce come “Corporate Social Responsibility”. Dalla prima edizione del 2013, lʼiniziativa ha raggiunto finora 7 città del Belpaese: Roma, Milano, Napoli, Palermo, Padova, Pavia, Monza, coinvolgendo più di 2.500 ragazzi.

Il tema della guida responsabile è particolarmente avvertito per le fasce più giovani della popolazione, quelle che da poco hanno conseguito la patente e che hanno stili di vita ‒ e di guida ‒ spesso rischiosi per la loro incolumità. Con Ford Driving Skills For Life i giovani imparano a riconoscere i pericoli e a controllare lʼauto in situazioni d’emergenza, avvalendosi questʼanno anche di visori per la realtà virtuale.

Una novità dellʼedizione 2017 è la possibilità dʼindossare la “Hangover Suit”, una speciale tuta in grado di simulare i sintomi dei postumi di una “notte brava” (testa pesante, spossatezza, vertigini, difficoltà di concentrazione e quindi di guidare in sicurezza). La Hangover Suit rappresenta il terzo capitolo dello storytelling sulle alterazioni sensoriali inconciliabili con la guida, dopo la Drink Driving Suit e la Drug Driving Suit. Ospite d’eccezione della due giorni romana è stato Gordon, personaggio noto al popolo dei social, che ha partecipato personalmente ai test di guida.

 Le altre iniziative di guida responsabile

DON’T TAP AND DRIVE

Ford Italia sta lanciando su Instagram la campagna “Don’t tap and drive”, un’operazione legata a uno dei gesti più ‘social’: il tap sullo schermo.
Questo gesto, in apparenza innocuo, può portare a conseguenze irreversibili: in un solo secondo di distrazione, infatti, tutto può succedere.
Il guidatore ad esempio, potrebbe non vedere chi attraversa la strada, mettendo a rischio la vita altrui.
La campagna parte il 20 aprile su Instagram con la condivisione di 3 foto di un’auto.

Con un tapsull’immagine, appariranno 3 nuvole di tag a formare le sagome di un cane, di un passeggino e di una runner.
Ognuno dei tag rimanderà al profilo di un influencer che per supportare la campagna pubblicherà sul suo account un selfie con il cartonato a forma di tag del suo account su Instagram.

Nella caption spiegheranno l’importanza di una guida responsabile.

DON’T TAP AND DRIVE

Ford Italia sta lanciando su Instagram la campagna “Don’t tap and drive”, un’operazione legata a uno dei gesti più ‘social’: il tap sullo schermo.
Questo gesto, in apparenza innocuo, può portare a conseguenze irreversibili: in un solo secondo di distrazione, infatti, tutto può succedere.
Il guidatore ad esempio, potrebbe non vedere chi attraversa la strada, mettendo a rischio la vita altrui.
La campagna parte il 20 aprile su Instagram con la condivisione di 3 foto di un’auto.

Con un tapsull’immagine, appariranno 3 nuvole di tag a formare le sagome di un cane, di un passeggino e di una runner.
Ognuno dei tag rimanderà al profilo di un influencer che per supportare la campagna pubblicherà sul suo account un selfie con il cartonato a forma di tag del suo account su Instagram. Nella caption spiegheranno l’importanza di una guida responsabile.

DON’T… AND DRIVE

“Don’t scroll and drive”, è stata lanciata su Instagram per far capire ai giovani l’importanza di non distrarsi mai alla guida

neanche per un secondo:una web-app mostra 24 foto del proprio account Instagram in un solo secondo.
Il messaggio a fine scroll: “basta un secondo di distrazione per vedersi passare tutta la vita davanti”.
Successivamente Ford Italia ha lanciato “Don’t emoji and drive”: sugli account social di Ford Italia vengono pubblicate alcune immagini di persone e animali che attraversano la strada, realizzate esclusivamente con degli emoticon.
Il concetto: se ti distrai per mandare un messaggio, rischi di non vedere chi attraversa la strada.

 

Redazione Fleetime

No Comments Yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: